Paolo Salza

Paolo Salza è nato il 15 febbraio 1952. Da sempre amante della musica, ha imparato a suonare il pianoforte e altri strumenti tra cui l’organo della chiesa della sua parrocchia. Intraprese gli studi di giurisprudenza, ma quando dovette prestare, come obiettore di coscienza, venti mesi di servizio civile tra diseredati di ogni tipo questi gli insegnarono che la giustizia che cercava non era imparentata per nulla con quella che studiava sui libri. Abbandonata l’università, per alcuni mesi fu pianista nella scuola di ballo di Sara Acquarone Bertone, allora coreografa del Teatro Regio di Torino, prima di vincere un concorso in FS, lavorando prima come impiegato e poi informatico. Pensionato dal 2011, ha iniziato finalmente a ripensare seriamente alla sua infanzia in un durissimo e doloroso lavoro di scrittura da cui è nato il suo primo romanzo. Nel frattempo continua volontariamente a occuparsi di profughi, a insegnare informatica agli anziani per lo SPI, a dare lezioni di pianoforte per amicizia.